lunedì 26 luglio 2010

Come sarebbe stata


I nostri amici più cari hanno scoperto di aspettare il loro secondo bambino un paio di mesi dopo di noi...inutile dire che sopratutto io e lei eravamo eccitatissime all'idea di farci panza e post panza quasi insieme. Troppo bello!
A cena mangiavamo tutti e quattro (sei, se ci mettiamo le figlie) roba aromatizzata all'Amuchina, sfogliando cataloghi IKEA e Prénatal.



Sabato hanno perso il loro bambino e tutte le donne che hanno passato un'esperienza del genere sanno quanto può essere brutta...anche se la gravidanza era solo all'inizio, anche se non era programmata, anche se...con tutti gli "anche se" del mondo.



E da due giorni io penso tanto a loro, che si chiedono se hanno sbagliato qualcosa, se si poteva evitare (ma sanno benissimo che non è così) e penso tanto anche a lei, a quella gemellina di Anna che prima c'era e ad un tratto non c'è stata più.



E penso che le mamme (e i papà) che hanno vissuto una cosa del genere si chiedono mille volte "chissà come sarebbe stato/a, come sarebbe stato il suo visino, i suoi occhi, la sua voce", e magari cercano di immaginarsi quell'angioletto a sei mesi, a un anno, a tre anni.



Io forse sono più fortunata, perché non ho bisogno di immaginarlo, io lo so: lei avrebbe gli occhi color cioccolato di Anna, il suo nasino tondo, i suoi riccioli castano chiaro, il suo sorriso luminoso.
E il suo capoccione da 95esimo percentile. 
Magari anche gli indici dei piedini "fortunati", un po' stortini, proprio come Anna.



Magari avrebbe avuto un carattere tutto diverso....magari sarebbe stata più calma, tranquilla e riservata.
Oppure no, sarebbe stata una pazza scatenata come lei, che si precipita nella vita a rotta di collo senza la minima precauzione.
Questo  non lo sapremo mai.



Ma di certo, come dice Babbo, ci avrebbero fatto impazzire...ma sarebbero state una meraviglia della natura.



Ci penso tanto, come ci ho pensato tante e tante volte in questi tre anni...perché questi bambini che se ne sono andati che erano ancora pesciolini, che non hanno avuto il tempo di avere un nome, che sono esistiti solo poche settimane, non si dimenticano. Mai.

9 commenti:

  1. :°-I mi spiace tanto per la coppia di tuoi amici, spero si riprenda presto e che comuqnue il loro bimbo riesca a tirarli un pò su di morale. un bacio anche a te, ed uno doppio ad anna. Erika

    RispondiElimina
  2. Ed è inutile che ti vengano a dire: capita a tanti.. La volta che capita a te non ce n'è per nessuno e non puoi consolarti.. E ti dicono: non pensarci.. ma come si fa? E' un pezzetto di te che ora non c'è più..

    RispondiElimina

  3. chissà che cosa ne penserà anna, di essere stata doppia per un po'.
    un abbraccio forte alle mamme ai papà e ai loro angeli sempre nel cuore.
    polly

    RispondiElimina
  4. utente anonimo26 luglio 2010 17:03


    so cosa vuol dire e per ben due volte...anche se la prima non era così piccolo ed il dolore è stato ancora piu' struggente se possibile!
    ma anche io ci penso sempre proprio come te..

    RispondiElimina
  5. A me non è mai successo, ma posso solo lontanamente immaginare un dolore simile. Sono vicina ai tuoi amici...Un abbraccio.

    RispondiElimina

  6. Tu lo sai, vero, che un giorno li vedrete i vostri bambini che ora sono in cielo? E siete fortunate, perchè avete degli angeli in più che pregano il Padre per voi e per i vostri cari.

    :-)

    RispondiElimina
  7. E' tanto che non leggo il tuo blog..il mio cucciolo ha l'età di Anna, scrivevamo sul blog delle mamme, e tu non hai mai raccontato di quella stellina che non c'è più.
    Ti ho lasciato un commento anonimo
    in qualche post fa per invitarti sul forum che frequento, mi farebbe
    piacere se venissi anche tu:
    http://www.partonaturale.altervista.org

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. ho la pelle d'oca.. leggendo questo post non si può fare a meno di pensare quanti angioletti ci sono sempre con noi..

    RispondiElimina

  9. Oggi come mai penso a tutti questi se... oggi sarebbe stata la mia dpp, la mia consolazione (e che consolazione :)) è che domani inizio il mio settimo mese.
    Spero che i tuoi amici superino presto questo momento... anche se è una cosa che segna, una ferita che non si rimargina mai fino in fondo.

    RispondiElimina