giovedì 30 agosto 2007

la razza perfetta

"Ogni donna ha il diritto di avere un figlio sano"


Questo mi ha detto. Personalmente, devo ancora riprendermi.
Niente da dire sulle competenze, ma umanamente, per me, è zero.

14 commenti:

  1. utente anonimo30 agosto 2007 16:31

    Invece io trovo che, da medico, abbia agito in modo corretto.

    E' vero che ogni donna ha il diritto di avere un figlio sano.

    Sta a lei decidere, qualora dovesse capitarle il contrario, di esercitare questo diritto secondo le possibilità che la legge e la medicina le offrono.

    Io personalmente non mi sento di criticare né chi sceglie di accettare il figlio in ogni caso, né chi sceglie diversamente.

    Ma questa è una mia opinione.

    Il tuo dottore è stato onesto a parlarti in questo modo.

    Ma nessuno può obbligarti a fare l'amniocentesi se tu non vuoi farla.

    Nemmeno lui.

    Stai serena, e pensa positivo. Significa tanto.

    Mariangela

    RispondiElimina
  2. utente anonimo30 agosto 2007 16:36

    Sulla scarsa umanita' dei dottori ci si potrebbero scrivere migliaia e migliaia di libri........ hai visto che tutto va bene? Un bacione Letizia

    RispondiElimina
  3. @mariangela, non mi trovi d'accordo. il diritto di una donna ad avere un figlio sano si scontra inevitabilmente con il diritto a vivere del figlio non-sano. Ma su questo discorso ci sarebbe forse troppo da discutere e comunque ognuno ha le sue idee e sensibilità: un medico dovrebbe comportarsi in modo da rispettarle tutte e lui non l'ha fatto. In ogni caso non vuole assolutamente obbligarmi a fare l'amnio, fortunatamente.

    @letizia, più "cresco" e più mi rendo conto che i dottori dovrebbero curare le persone, e non solo le malattie. Eppure non è quasi mai così (comunque si, sembra tutto ok !)

    RispondiElimina
  4. utente anonimo30 agosto 2007 17:32

    Un figlio non può scegliere di venire al mondo.

    Sua madre invece può scegliere se farlo vivere o meno.

    E' crudele, ma è così, purtroppo.

    Dal mio punto di vista, quando si aspetta un figlio, a maggior ragione se lo si è desiderato tanto, non sarebbe pensabile decidere di non farlo nascere solo perchè non è sano.

    Ma da un medico un discorso come

    RispondiElimina
  5. utente anonimo30 agosto 2007 17:35

    Scusami è saltata la connessione.

    Dicevo che da un medico un discorso così io me lo aspetterei, eccome.

    Non è figlio suo.

    Al di là di tutto, io credo che tu sarai una madre eccezionale. Anzi, lo sei già.

    Se il tuo ginecologo è così bravo, affidati alui come medico.

    Per tutto il resto, segui il tuo istinto di madre.

    Scusami se mi sono permessa di commentare su un argomento così delicato.

    mariangela

    RispondiElimina
  6. Un medico è sicuramente un uomo ma un uomo può essere un medico.

    Dal punto di vista medico quello che ha detto non fa purtroppo una piega. Dal punto di vista umano è opinabile.

    L'argomento è scottante, purtroppo le persone non la pensano tutte allo stesso modo. Sai, quando mi guardo attorno e ascolto sento sempre più che si cerca il figlio perfetto, il figlio che non sia malato, il figlio che non dia problemi. Quando si parla di salute sono la prima ad augurarmi che a nessuno succeda niente, figuriamoci ad un bimbo, ma a volte purtroppo non è così.

    Io sono di quelle che avanti tutto mette l'amore di mamma e papà.

    Ho 37 anni e sto pensando anch'io ad un microbo e sinceramente non so se farei l'amniocentesi ma so che sicuramente la ginecologa mi prospetterà la cosa, è professionalmente normale e corretto.

    A proposito di ginecologhe mi viene ora in mente (scusa se salto di palo in frasca ma questa è incredibile) che alla mia prima visita ginecologica, una marea di anni fa, il medico (donna) mi fa:

    "Sai, oggi sono di corsa, stamane Terminator..."

    e io ingenua come una gallina :" Terminator????"

    Lei :"sìsì... interruzioni di gravidanza".

    Sono rimasta a bocca aperta.

    Troveremo sempre attorno a noi persone che la pensano come il tuo medico, non ci potremo far nulla.

    Un abbraccio

    Cate

    RispondiElimina
  7. Io invece concordo con lui. Ognuna di noi ha il diritto di avere un figlio sano, e tutti i bambini hanno il diritto di essere sani.


    Non mi sembra un mostro, mi sembra uno che c'ha ragione.

    RispondiElimina
  8. A proposito dell'umanità dei ginecologi: mia sorella ha smesso x un po' la pillola x "disintossicarsi" e le sue cose c'hanno messo un po' a tornarle, alchè lei è andata dalla sua ginecologa x trovare un modo x farsele tornare..beh la gine le fa:"ah io te le faccio anche tornare, ma se poi resti incinta che fai??Lo tieni o lo butti?"

    :O:O:O:O

    Io ora capisco che una ginecologa sia più abituata a queste cose che noi estranei a quel campo, ma dico io....BUTTI???Ti sembra il modo di parlare di un essere umano??

    RispondiElimina
  9. ...lo sapevo che avrei creato un po' di discussione, ma a volte è interessante ;-P

    @ Cate, vorrei chiarire che lui non ha affatto insistito perché facessi l'amnio, anzi! Dava per scontato che non l'avrei fatta. Quello che mi colpisce è che per lui è normale (anzi, consigliabile!) eliminare il bambino qualora fosse meno che sano. Quando ha capito che l'avrei tenuto comunque mi ha guardato come fossi malata (per l'appunto) ed è uscito con un "mah, in questo caso avrei qualche problema a seguirti.." c'ha i problemi etici, lui. Sinceramente non trovo questo comportamento normale. Chi ha detto che un medico, un uomo di scienza debba essere per l'aborto terapeutico sempre, comunque, e senza condizioni?

    Per il "terminator" e il "tenere o buttare", io rimango di sasso...certe cose vengono affrontate con una leggerezza allucinante. A me ha detto "l'altro gemellino, vedi, si è quasi del tutto riassorbito. dopotutto era solo un pezzetto di tessuto"

    @ poesia, e i bambini non sani che diritti hanno?

    RispondiElimina
  10. ci sono medici che fanno veramente schifo, ma io ho visto anche che spesso si comportano in un certo modo per dare il meglio nel loro lavoro.

    Io sono stata più di un mese in ospedale prima di avere il mio piccolo e quasi odiavo il primario che continuava a prolungare la sofferenza mia e del piccolo senza volerlo fare nascere. Poi ho dovuto ringraziarlo perchè il suo cuoricino non era ancora del tutto formato e se fosse nato anche solo pochi giorni prima probabilmente non sarebbe qui adesso.

    RispondiElimina
  11. Si dai..è bello confrontarsi un po'!! ;))

    Beh...io quel "pezzetto di tessuto" lo saluto tanto e spero con tutto il cuore che stia guardando la sua mamma e il suo clone tutto orgoglioso!!

    e che magari un'emmorroidina a quei medici snaturati....la faccia venire ;)

    RispondiElimina
  12. "Chi ha detto che un medico, un uomo di scienza debba essere per l'aborto terapeutico sempre, comunque, e senza condizioni? "

    E meno male che esistono anche i medici obiettori che ammiro poichè mettono di fronte alla scienza la COscienza.

    Però ribadisco che è solo una mia opinione.

    Tranquilla, avevo capito che il medico non aveva insistito per l'amnio, però guardandoti come se "fossi malata" è come se l'avesse fatto.

    Ma alla fine della fiera chi deve stare tranquilla e serena sei TU quindi... lascia scorrere e pensa al tuo microbino...

    Cate :-))

    RispondiElimina